Pfister Logo
inspiheader_gasgrill_mobile.jpg

Griglie a gas – grigliare senza fumo a temperatura perfetta

Amate grigliare, ma non volete disturbare i vicini con il fumo? Allora una griglia a gas è la scelta perfetta. Ma la minima quantità di fumo che viene sviluppata non è decisamente l’unico vantaggio di una griglia a gas rispetto ad una a carbonella. Mentre quando si griglia con la carbonella si è obbligati ad attendere che la brace sia perfetta, la griglia a gas è pronta in un baleno: basta premere un pulsante e il divertimento può iniziare. La temperatura perfetta si raggiunge in fredda e si può anche modificare mentre si griglia. E se la grigliata va un po’ per le lunghe, la griglia a gas mantiene la temperatura fino a quando la bombola del gas ce la fa. Da Pfister trovate griglie a gas per un grande divertimento al barbecue che sicuramente non va in fumo.

Consiglio del professionista delle grigliate:

Anche con una griglia a gas riuscite ad ottenere l’aroma di fumo tipico della grigliata con la carbonella, grazie ai pellet o chip di affumicatura. I «Wood Smoking Chip» esistono in vari aromi di affumicatura: melo, noce, noce americano, ciliegio o faggio. Ed ecco come funziona:

  • Lasciare i chip di affumicatura per circa 20 minuti in ammollo in acqua
  • Avvolgere nella carta stagnola una manciata di chip e praticare diversi fori nella stagnola, per permettere al fumo di fuoriuscire
  • Aggiungere i chip di affumicatura avvolti nella stagnola al cibo da grigliare, chiudere la cappa e attendere

Smoker Box: le scatole di affumicatura sono un’alternativa alla carta stagnola. Basta riempire la cosiddetta Smoker Box di chip di affumicatura, posizionarla sulla graticola e chiudere il coperchio della griglia. Dopo circa 15 minuti si sviluppa lentamente l’aroma.

Che la stagione delle grigliate abbia inizio – le nostre griglie a gas più vendute

vorteilegasgrill_portrait.jpg

È meglio acquistare una griglia a gas o una a carbonella?

Volete acquistare una griglia a gas, ma anche la carbonella ha dei vantaggi? Vi aiutiamo a scegliere e vi diciamo perché la griglia a gas è quella giusta:

  • il fumo che si sviluppa mentre si griglia con il gas è minimo, a tutto vantaggio non solo del vostro abbigliamento, bensì anche dei vicini
  • non si sviluppano sostanze nocive, cosa che invece avviene nella combustione della carbonella
  • la griglia a gas è subito pronta, non occorre attendere che la brace sia perfetta
  • nella griglia a gas non vi sono residui come la cenere della carbonella
  • la griglia a gas si pulisce in fretta e in tutta semplicità
  • si raggiunge rapidamente la temperatura ideale, che poi è semplice da mantenere e regolare
  • il gas costa meno della carbonella, ecco perché le griglie a gas nel complesso sono più convenienti
  • anche con una griglia a gas è possibile l’affumicatura (smoke)

I nostri marchi di griglie a gas

plancha_portrait.jpg

Grigliare o cottura a plancha? Tutte e due le cose, ovvio!

Vi chiedete «Grigliare o cottura a plancha?», allora rischiate il tutto per tutto e puntate su entrambe le modalità. Perché? Ecco perché: le plancha hanno una piastra in ghisa smaltata che nel giro di 3 minuti arriva a una temperatura di 350°C. Poiché su una plancha i liquidi e i grassi si raccolgono (sublimazione) formando delle perle sul piano di cottura anziché evaporare, il cibo da grigliare resta aromatico e succoso, senza sobbollire o galleggiare nel proprio liquido. È per questo che la griglia plancha è eccellente per la cottura con salse, succhi e marinate. Sul piano di cottura chiuso di una plancha si possono preparare cibi che su una graticola finirebbero tra le barre, ad esempio l’uovo al tegamino. E, soprattutto, su una plancha i liquidi che gocciolano come il grasso o la marinata non causano mai il boilover.

Dalla griglia a gas alla plancha: la griglia giusta per ogni preferenza

grillzubehör_portrait.jpg

Accessori per il barbecue: questi gadget per grigliare sono davvero necessari

L’offerta di accessori per il barbecue è vasta, se ne perde in fretta il controllo e il portafoglio ne risente facilmente. Quali sono le attrezzature per il barbecue davvero utili e quali gli strumenti che ottimizzano la grigliata:

  • Pinza barbecue: un must per ogni professionista delle grigliate, infatti il cibo da grigliare va girato. Affinché la bistecca non scivoli via, fare attenzione che la punta della pinza sia dentellata o ondulata.
  • Spatola: se vi piace grigliare gli hamburger, non potete fare a meno di una spatola, meglio ancora se è in acciaio inossidabile.
  • Guanti da barbecue: i guanti da barbecue resistenti alle fiamme sono indispensabili, infatti quando si gioca con il fuoco la situazione può diventare facilmente critica.
  • Spazzola da barbecue e raschietto: per far tornare pulita la graticola, entrano in azione spazzola da barbecue e raschietto. La spazzola da barbecue con setole in acciaio inossidabile viene utilizzata con la graticola in acciaio inossidabile. Per le graticole in ghisa (anche smaltate) si consiglia una spazzola di ottone, essendo più morbida. Intanto il raschietto rimuove lo sporco più grossolano. Consiglio: pulire le graticole sempre quando sono molto calde.
  • Termometro da barbecue: la temperatura perfetta interna regala alla carne il gusto perfetto. Ma quando viene raggiunta la temperatura interna? Con un termometro da barbecue si sa. Consiglio: con un termometro digitale, grazie al cavo resistente al calore, si può leggere la temperatura interna anche con il coperchio della griglia chiuso, per evitare sbalzi di temperatura.
  • Coprigrill: quando non la usate, coprite la vostra griglia con un’adeguata copertura. In questo modo, la griglia è sempre protetta dalle intemperie.

grillmitflair_square.jpg

Grigliare con atmosfera

Grigliare è divertente, crea una bella atmosfera e ovviamente: si mangia bene. Grigliare si può ovunque: in giardino, in terrazza o sul balcone. Affinché quando si griglia anche l’atmosfera sia quella giusta e la grigliata riesca in tutto e per tutto, Pfister ha tutto ciò che serve per abbellire gli esterni. Dall’elegante lounge da giardino al tappeto da esterni, passando per l’illuminazione da esterni che crea atmosfera: fatevi ispirare.


Griglie a gas: i maestri sottovalutati della loro materia

Le griglie a gas spesso sono sottovalutate, eppure il risultato di una grigliata a gas è valido almeno quanto quello che si ottiene con la carbonella, se non addirittura superiore. Infatti, diversamente da quanto accade nel grigliare con la carbonella, quando si griglia con il gas non abbiamo alcun processo di combustione e, quindi, non si formano sostanze nocive. Anche quel tanto apprezzato aroma di fumo della griglia a carbonella si ottiene senza alcun problema con una griglia a gas, grazie alla Smoker Box.

La bombola del gas dalle dimensioni giuste per la vostra griglia a gas

La bombola del gas è l’utensile più importante quando si opta per una griglia a gas. Normalmente in commercio troviamo bombole di gas di 5 kg, 8 kg, 11 kg e 33 kg. La giusta dimensione della bombola dipende da quante volte grigliate, ma anche dalla potenza della griglia a gas. Più è elevata la potenza della griglia a gas, più in fretta si consuma il gas nella bombola. Di conseguenza, per una griglia a gas potente è più vantaggiosa una bombola più grande.

Propano, butano o mix: la carica di gas giusta per la vostra griglia a gas

Le bombole per la griglia a gas sono caricate con gas butano o gas propano oppure con un mix dei due. Chi non intende rinunciare a grigliare neppure in presenza di basse temperature o in inverno, conviene che prenda il gas propano, in quanto evapora soltanto a circa -40°C. È possibile anche un mix di gas propano e butano, ma quando le temperature sono molto basse si consiglia una carica di puro gas propano.

Una griglia a gas è sicura

Spesso la griglia a gas viene evitata pensando che la bombola di gas metta a rischio la sicurezza. Soprattutto quando fa molto caldo si solleva la questione della bombola del gas che potrebbe esplodere. Queste preoccupazioni relative alla sicurezza sono immotivate, in quanto le griglie a gas sono sicure anche quando fa molto caldo. Persino temperature intorno ai 50 gradi non sono di gran lunga sufficienti per far esplodere una bombola di gas. Inoltre, le bombole di gas hanno una valvola di sicurezza che interviene prima che la pressione del vapore diventi critica, cosa che non accade neppure a 80 gradi. Nonostante ciò, vanno osservate le indicazioni fornite dal distributore in merito alla temperatura del luogo di stoccaggio.

Torna in Alto