Pfister Logo
InspiHeader_Matratzen_und_Einlegerahmen_Desktop_2280x1282.jpg

Acquisto di materassi e reti a doghe: ecco a cosa fare attenzione

Un’interazione armoniosa di materasso e rete a doghe è determinante per un sonno sano e ristoratore. Qui troverete utili informazioni sul tema nonché scoprirete a cosa fare attenzione prima di acquistare una rete a doghe e qual è il materasso adatto a voi. Da Pfister trovate un’ampia gamma di materassi e reti di alta qualità per ogni esigenza in materia di sonno.

TKG1_Matratzen_und_Einlegerahmen_1120x630.jpg

Qual è il materasso adatto a me?

Trovare il materasso adatto a voi dipende innanzitutto dalla posizione in cui dormite. Fate caso alla posizione in cui solitamente vi addormentate e vi svegliate. Sostanzialmente si distingue tra tre posizioni o tipi di sonno: sul fiancosupina e prona.

Square_Seitenschlaefer_1120x1120.jpg

Il materasso giusto per chi dorme sul fianco

Chi dorme sul fianco carica soprattutto la zona delle spalle e dei fianchi. Qui il materasso dovrebbe essere un po’ più morbido e cedere quel tanto che basta per far sì che in posizione coricata la colonna vertebrale formi una linea retta. Nella zona della testa è richiesta invece una certa rigidità per garantire un sostegno affidabile a nuca e vertebre cervicali ed evitare tensioni. I materassi con un sistema di sostegno del corpo a 7 zone e un’elevata elasticità puntuale sono ideali per chi dorme sul fianco. Grazie alle diverse zone comfort e ai loro diversi gradi di rigidità, i materassi a 7 zone alleviano le tensioni corporee nei punti giusti e garantiscono un sonno sano e rilassante.

Tipi di materassi per chi dorme sul fianco
Tipi di materassi dall’efficacia dimostrata per chi dorme sul fianco sono i materassi in schiuma fredda (schiuma comfort o schiuma EvoPoreHRC), i materassi in lattice naturale o i materassi con elementi in schiuma di viscosa.

Buono a sapersi: per permettere alla zona delle spalle di chi dorme sul fianco di affondare a sufficienza, i materassi per chi dorme sul fianco dovrebbero avere un’altezza minima di 18 cm.

TeaserSKMatratze-Rückenschläfer-Square-VMarketing.jpg

Il materasso giusto per chi dorme in posizione supina

Ideale per chi dorme in posizione supina è un materasso a 7 zone con grado di rigidità variabile e un’elevata elasticità puntuale. In questo modo testa e vertebre cervicali ricevono un sostegno ottimale, mentre la zona delle spalle, che è più morbida, allevia le tensioni sui muscoli e previene le sensazioni d’intorpidimento nelle braccia. Per consentire il rilassamento della colonna vertebrale ed evitare la lordosi lombosacrale quando si è coricati in posizione supina, il materasso deve sostenere in modo affidabile la zona del petto e nello stesso consentire al bacino di sprofondare leggermente.

Tipi di materassi per chi dorme in posizione supina
I materassi in schiuma fredda (schiuma comfort o schiuma EvoPoreHRC) sono un’ottima scelta per chi dorme in posizione supina in quanto si adattano perfettamente alla forma del corpo e sostengono sia la zona della nuca sia quella delle vertebre lombari. Lo stesso vale per i materassi con elementi in schiuma di viscosa e i materassi con nucleo a molle insacchettate. Sia i materassi in schiuma fredda che quelli in schiuma di viscosa offrono un buon potere isolante. Per le persone che dormono in posizione supina e sudano molto sono quindi più indicati i materassi in grado di regolare la temperatura, come i materassi con nucleo a molle insacchettate e quelli in pregiato lattice naturale.

Il materasso giusto per chi dorme in posizione prona

Chi dorme in posizione prona deve fare attenzione che la zona lombare del materasso abbia una certa rigidità per evitare la lordosi lombosacrale. Nello stesso tempo la testa deve poter affondare e quindi questa zona deve cedere fino a un certo punto, benché in misura meno marcata rispetto alla zona dei fianchi e delle spalle. I materassi di media resistenza e con elasticità puntuale con 5 o 7 zone comfort sono la scelta migliore per chi dorme di pancia.

Tipi di materassi per chi dorme in posizione prona
I materassi in schiuma fredda di media resistenza (schiuma comfort o schiuma EvoPoreHRC) con più zone corporee sono particolarmente indicati per chi dorme in posizione prona. Sono ugualmente consigliabili i materassi in lattice, come quelli in lattice naturale. Tutti i tre tipi di materassi sono anche indicati per chi dorme di pancia e suda molto. Un’ulteriore alternativa per chi dorme in posizione prona sono i materassi in schiuma di viscosa. Se però tendete a sudare molto durante la notte i materassi in schiuma di viscosa sono meno indicati.

TKG2_Matratzen_und_Einlegerahmen_1120x630.jpg

Il corretto grado di rigidità

Nella scelta del grado di rigidità, oltre della posizione in cui si dorme occorre inoltre tenere conto sia del peso corporeo che della statura. Anche il profilo del corpo o disturbi fisici, come ad esempio problemi alla schiena, rivestono una certa importanza per il grado di rigidità del materasso. I nostri esperti saranno lieti di aiutarvi e di offrirvi una consulenza professionale gratuita.

Da Pfister troverete il materasso adatto a voi. Oltre ai nostri marchi Pfister e Johan Jakob, troverete materassi e topper Bico, Riposa, Jensen, Sjöholm, Johann JakobSuperba, Auping, Hasena, Trinatura, Hoppekids e Paidi. I nostri esperti saranno lieti di assistervi con una consulenza e vi aiuteranno a trovare il materasso perfetto. Con la nostra consulenza sonno a 5 stelle gratuita troverete anche la rete a doghe giusta e se lo desiderate perfino un sistema letto completo adatto a voi.

TeaserSKLattenrost-RichtigeRost-Portrait-VMarketing.jpg

Qual è la rete a doghe giusta per me?

I requisiti che una rete a doghe deve soddisfare variano quanto le esigenze individuali in materia di sonno. Qui svolge un ruolo determinante anche la posizione in cui si preferisce dormire. I principali criteri che una rete a doghe deve soddisfare si distinguono in base al modo di dormire.

La rete a doghe giusta per chi dorme sul fianco
Per chi dorme sul fianco è consigliabile una rete a doghe con zona comfort per le spalle integrata e sostegno per lordosi. Sia la zona spalle che quella del bacino devono essere regolate su una posizione piuttosto morbida. Per farlo spingere i connettori sui rispettivi listelli verso l’interno finché la colonna vertebrale non forma una linea retta quando si è coricati sul fianco. Grazie alla loro flessibilità elevata, di solito le reti ortopediche sono una buona scelta per chi dorme sul fianco.

La rete a doghe giusta per chi dorme in posizione supina
La rete a doghe di chi dorme in posizione supina deve essere necessariamente dotata di un sostegno nella zona dei glutei. Quando si acquista la rete occorre fare inoltre attenzione che sia disponibile una zona centrale rinforzata regolabile. Grazie ad essa è possibile regolare in modo individuale le zone lordosi e vertebre lombari, impedendo così che la schiena si pieghi con conseguenti dolori alla stessa. Le reti a doghe di legno elastiche sono particolarmente indicate per chi dorme in posizione supina in quanto questo tipo di rete a doghe sostiene sia la parte inferiore che quella centrale della schiena così come la zona del busto.

La rete a doghe giusta per chi dorme in posizione prona
Una rete a doghe con zona centrale rinforzata regolabile è particolarmente importante per chi dorme di pancia. Per evitare la lordosi, i cursori vanno regolati sulla rigidità massima possibile. Anche una rete a doghe di legno elastica è una buona scelta per chi dorme in posizione prona, così come una rete a doghe a più zone. L’importante è che la rete a doghe sia regolabile e consenta una registrazione puntuale. Una rete a doghe rigida o non regolabile non è adatta per chi dorme in posizione prona.

TeaserSKLattenrost-Kauf-Square-VMarketing.jpg

Vorrei acquistare una rete a doghe. A cosa devo prestare attenzione?

Assicuratevi di acquistare una rete a doghe che corrisponda alla suddivisione delle zone del vostro materasso. Ad esempio, nel caso di un materasso a 7 zone anche la rete deve disporre di 7 zone. In questo modo è possibile garantire un’interazione ottimale e il miglior comfort possibile. In linea di principio vale quanto segue: le zone spalle, schiena e bacino sono le zone più importanti in una rete a doghe. A prescindere dal materasso, una rete deve possedere le caratteristiche seguenti:

Zona centrale rinforzata
Grazie alla zona centrale rinforzata le doghe nella zona dei fianchi sono rinforzate ulteriormente dai listelli sottostanti impedendo che la zona dei glutei sprofondi troppo. Tale profondità si può regolare individualmente mediante i cursori laterali. Se preferite un letto un po’ più duro spingete i cursori sui listelli verso l’esterno o spingeteli verso l’interno se preferite una sensazione di maggiore morbidezza.

Larghezza dei listelli e distanza tra gli stessi
La larghezza dei listelli di una rete a doghe e la distanza tra gli stessi hanno un’influenza determinante sul comfort posturale. In generale vale quanto segue: più i listelli sono sottili e minore è la distanza tra gli stessi, maggiore sarà il comfort. In linea di massima, la distanza tra i listelli deve essere inferiore a 4 cm. Le reti con listelli larghi e distanze tra i listelli maggiori sono adatte soltanto ai materassi a molle.

Funzioni delle reti a doghe: regolabili vs. non regolabili

Le reti si suddividono in modelli rigidi o non regolabili e in modelli regolabili. Questi ultimi si suddividono a loro volta in reti a doghe regolabili manualmente o elettricamente, dove i segmenti regolabili si possono registrare in sincrono o singolarmente. Le reti a doghe regolabili manualmente o elettricamente sono adatte a tutti i tipi di materassi. La scelta delle funzioni della rete a doghe dipende dalle preferenze individuali. Ad esempio, una rete con testiera regolabile è consigliabile per chi ama leggere a letto. Una rete a doghe regolabile può includere una o più funzioni:

  • testiera regolabile
  • testiera e pediera regolabili
  • schienale regolabile
  • zona delle cosce regolabile
  • posizioni da seduti e da sdraiati regolabili

Oltre alle funzioni sopra citate, le reti a doghe regolabili, ma anche numerose reti a doghe rigide, possiedono una zona centrale rinforzata. Grazie ad essa è possibile una regolazione individuale del grado di rigidità nella zona spalle, fianchi e bacino tramite cursori.

Quale rete a doghe va bene per quale telaio letto?

Non ogni rete è adatta a ogni telaio letto. Per questo, prima di comprare una rete o una rete a doghe dovete tenere conto del tipo di supporto presente nel vostro telaio letto.

Staffe di supporto
In questo tipo di telaio sono montate delle staffe metalliche negli angoli e sui lati. A partire da una larghezza di 160 cm, due staffe di supporto centrali o una traversa longitudinale stabilizzano ulteriormente la rete/rete a doghe. Questo tipo di supporto non è indicato per una rete arrotolabile.

Listelli di supporto continui
In questo tipo di struttura, sul lato interno del telaio letto sono montati dei listelli continui. Questo tipo di supporto è adatto a tutte le reti.

Traverse portanti
In questo tipo di struttura, la rete/rete a doghe viene posata su due listelli trasversali. Le traverse portanti sono spesso presenti nei letti con telaio sospeso. Quasi sempre, questo tipo di supporto non è adatto alle reti a doghe regolabili elettricamente o alle reti arrotolabili.

Da Pfister trovate una vasta gamma di reti di alta qualità di Bico, Riposa, Superba, Trinatura e Auping nonché i modelli dei nostri marchi Johann Jakob, Luna e Basic. Se siete alla ricerca della rete a doghe giusta, richiedete una consulenza professionale ai nostri esperti.

E con la nostra consulenza sonno a 5 stelle gratuita, se lo desiderate non solo troverete la rete giusta per voi, ma anche un sistema letto completo adatto alle vostre esigenze.

Torna in Alto