Utilizziamo cookie e altri sistemi di tracciamento per garantire ai nostri utenti il miglior servizio possibile. Se continua la navigazione su questa pagina acconsente al loro utilizzo. <a href='/it/datenschutz'target="_blank">Per maggiori informazioni</a>
Torna in Alto

Ad ogni grande donna il suo arredamento

Sono state icone di stile e grandi artiste, donne influenti e fuori del comune fin da piccole. Nonostante le personalità molto diverse, c’è una caratteristica che le accomuna: hanno lasciato un segno, smosso le coscienze e aperto nuove strade. L’8 marzo, in occasione della festa della donna, ci improvvisiamo interior designer di queste grandi donne.

Frida Kahlo – la pasionaria

Nota per il suo impegno a favore dei diritti delle popolazioni indigene, ha lottato per il marxismo e dipinto tutta la vita per contrastare le conseguenze dolorose di un terribile incidente. Molti dei suoi quadri sono autoritratti che vedono raffigurata Frida Kahlo con vestiti colorati, circondata da fiori e animali. Secondo noi le si addice un arredamento colorato.

Grace Kelly – l’icona di stile

Star di Hollywood molto acclamata, ha sposato Ranieri III di Monaco nel 1956. Con il suo abbigliamento dallo stile deciso, il suo aspetto riservato ma glamour, Grace Kelly è ancora oggi un’icona di stile. Come sarebbe la sua casa lontano da Hollywood e Monaco? Secondo noi avrebbe un’eleganza senza tempo, una raffinatezza sobria e un tocco di femminilità.

Michelle Obama – la donna forte

È stata la prima first lady afroamericana nella storia degli Stati Uniti e molto più della moglie al fianco di Barack Obama. Determinata, impegnata nel sociale e piena di sfaccettature, Michelle Obama scalda ancora oggi gli animi. Il suo stile di arredamento ce lo immaginiamo lineare ma per nulla freddo e distaccato.

Mata Hari – la donna misteriosa

Con uno stile frivolo, esotico e misterioso, la danzatrice senza veli Mata Hari ha saputo mettere in risalto i suoi punti di forza con grande abilità. La sua attività di spia tedesca nella prima guerra mondiale è ancora oggi controversa. Ciò che è risaputo, invece, è che nel 1917 la scoperta del suo doppio spionaggio le costò la condannata a morte e la fucilazione. Il suo stile di arredamento ce lo immaginiamo leggero e lussurioso come i boudoir dell’epoca.

Malala Yousafzai – la donna coraggiosa

Di origine pachistana, Malala Yousafzai si è battuta fin da piccola per il diritto all’istruzione, contrastando l’oppressione femminile da parte dei fondamentalisti islamici. Nel 2012, all’età di 15 anni, un talebano le ha sparato in testa. Ma questo episodio non l’ha intimorita. Al contrario: dopo l’attentato ha continuato a lottare e a organizzare proteste contro la discriminazione di donne e bambine. Nel 2014 è stata la più giovane candidata al premio Nobel per la pace, riconoscimento che ha poi ottenuto. Il suo stile di arredamento ce lo immaginiamo caldo, pieno di tappeti, cuscini e materiali naturali.

Lisa Simpson – la bambina intelligente

La più intelligente della famiglia Simpson non ha vita facile, non solo per via del fratello ribelle. Sveglia, politicamente e socialmente impegnata, musicalmente dotata e a volte un po’ maldestra, ha a dir poco conquistato il cuore del grande pubblico. Il suo stile di arredamento ce lo immaginiamo fresco e leggero come lei.