Accessori arredamento fair trade

Shopping con la coscienza pulita

Sostenibilità, condizioni di produzione eque e condizioni lavorative socialmente sostenibili: per la moderna società dei consumi, aspetti che dovrebbero essere scontati sono invece una sfida. Pfister si è prefisso questa responsabilità sociale. Non solo grazie al nostro impegno con l’etichetta STEP, ma anche con l’introduzione in maniera mirata, nel nostro assortimento, di prodotti fair trade. Divertitevi a fare shopping... con la coscienza pulita!

Lampada solare HAITI

«Vogliamo una luce pulita e sostenibile per tutti.»

Questo è il credo dell’inventore della lampada solare.
Haiti mette in nuova luce i temi sostenibilità, funzionalità e design:

home-haiti2.jpg

Funzionalità

HAITI garantisce da 8 a 12 ore di luce. Questa lampada solare si carica grazie alla luce solare che viene immagazzinata grazie a un pannello fotovoltaico.

home-haiti3.jpg

Design

HAITI non è solo durevole, anche il design è studiato fin nei minimi dettagli. Quando è chiusa, questa lampada solare occupa pochissimo spazio e in poche mosse può essere trasformata in lampada.

mehrwertprodukt-haiti-teaser5.jpg

Riciclaggio
HAITI è realizzata in PET riciclabile. Perciò questa lampada solare, nonostante il sottile rivestimento esterno, è molto robusta, durevole e resistente all’acqua.

 

Meno CO2
HAITI riduce le emissioni di CO2: se negli Stati Uniti ogni persona utilizzasse per un’ora al giorno la lampada solare al posto di una lampadina, ogni anno ci sarebbero 11 miliardi di tonnellate in meno di emissioni di CO2.

mehrwertprodukt-haiti-teaser7.jpg

Impegno sociale
HAITI pensa a tutti coloro i quali hanno meno possibilità del resto della popolazione. Ad esempio all’1,6 miliardi di persone che non hanno l’energia elettrica. Inoltre il 10% del ricavato delle vendite della lampada solare viene devoluta in beneficienza.

 

Utilizzo
HAITI è un vero e proprio multitalento: a una festa in giardino la lampada solare a forma di cubo ha un aspetto elegante, in un viaggio avventuroso in montagna è una grandiosa alternativa alle scomode lampadine tascabili e nelle zone che non dispongono di corrente elettrica garantisce luce senza interruzioni e in modo facile.

Cesto da parete KAMPALA

 

Una piccola impresa in Uganda permette a donne socialmente svantaggiate di lavorare come intrecciatrici di cesti. Grazie ai cesti da parete KAMPALA le intrecciatrici possono iniziare una nuova vita autonoma.

mehrwertprodukt-kampala-BC1_800x539.jpg

Look etnico

Le vivaci combinazioni di colori e i fantasiosi motivi etnici rendono ogni cesto KAMPALA un pezzo unico. Non importa che li appendiate al muro o li sistemiate sul tavolo in sala da pranzo: questi cesti sapranno sicuramente catturare gli sguardi di tutti.

mehrwertprodukt-kampala-BC2_800x539.jpg

Tradizione

Per realizzare i cesti da parete KAMPALA le intrecciatrici ricorrono a tecniche di produzione artigianali tradizionali, un sapere che da decenni viene tramandato di generazione in generazione. Acquistando i cesti KAMPALA contribuite a mantenere in vita questo prezioso patrimonio culturale.

mehrwertprodukt-kampala-bc3.jpg

Contesto
Dietro ai variopinti cesti da parete KAMPALA si cela Uganda Crafts 2000 ltd, un’impresa nata nel 2000 da un’ONG, che permette a donne ugandesi di lavorare come intrecciatrici di cesti e quindi di uscire dalla povertà, acquistando una maggiore indipendenza. Nella produzione dei cesti da parete KAMPALA oltre all’impegno sociale sono fondamentali anche la produzione nel rispetto dell’ambiente e il tema della sostenibilità.

mehrwertprodukt-kampala-bc4.jpg

Maggiore indipendenza
Grazie alla produzione dei cesti da parete KAMPALA le intrecciatrici beneficiano di un reddito fisso, dell’indipendenza finanziaria nonché di una vita autonoma. «Sono contenta che grazie a questo impiego posso finanziare la formazione dei miei sei figli», afferma, felice, Justine Nanyonjo, un’intrecciatrice di cesti da parete KAMPALA. È nostro desiderio promuovere insieme a voi questo primo passo verso un futuro migliore.

mehrwertprodukt-kampala-bc1.jpg

I materiali impiegati
Per la produzione dei cesti da parete KAMPALA vengono impiegate fibre naturali ricavate da piante di banana e da palme rafia coltivate in maniera sostenibile. Le intrecciatrici nelle zone rurali utilizzano fibre di piante coltivate nelle vicinanze, mentre le donne nelle zone urbane possono acquistare le fibre presso i mercati locali. Ciò ci permette di rintracciare l’origine delle piante e di ridurre al minimo le distanze percorse dai materiali.

Ciotola in legno RUSTIC

«I nostri artigiani non lavorano solo per noi, ma con noi.»

Questo è il credo dell’inventore olandese di Rustic. Rustic – Il miglior legno intagliato.

mehrwertprodukt-rustic-bcx1.jpg

Qualità e design
I prodotti RUSTIC sono pregiati e, grazie alla robustezza del legno di acacia, anche molto resistenti. Vengono progettati in stretta collaborazione con designer filippini. Ogni articolo è un esemplare unico che viene realizzato in imprese artigianali a conduzione familiare, secondo metodi tradizionali.

pfister-holzschale-rustic-BC3.jpg

Sostenibilità
Rustic è costruito in legno d’acacia proveniente dalle Filippine e certificato FSC®. Il marchio è concepito all’insegna di una gestione forestale sostenibile. Nelle Filippine l’acacia è molto diffusa e ricresce velocemente. E per ogni albero abbattuto ne viene piantato uno nuovo.
 

Fair trade
Rustic e fair trade. Oltre all’uso di metodi sostenibili in armonia con la natura, per la produzione puntiamo su buone condizioni di lavoro, stipendi adeguati e commercio equo.