Pfister Logo

Protezione contro il sole

Filtro0 Prodotti
0 Prodotti
Classificare a base

 

Ombrelloni per giardino, terrazza e balcone

Da Pfister trovate ombrelloni per il balcone, la terrazza e il giardino, oltre naturalmente alle basi abbinate. Quali requisiti deve soddisfare un ombrellone? Che tipologie di ombrelloni esistono? Come effettuare la manutenzione dell’ombrellone da giardino e come conservarlo in inverno? Eccovi qualche consiglio.

  1. A cosa serve un ombrellone?
  2. Che tipo di ombrellone mi serve? Forme e funzioni
  3. Zoccolo dell’ombrellone: qual è il peso giusto?
  4. Manutenzione e conservazione degli ombrelloni

1. A cosa serve un ombrellone?

È ormai risaputo che una lunga esposizione al sole non rientra tra le attività più sane da praticare durante l’estate. Ecco perché è bene correre ai ripari, soprattutto in primavera, quando le prime scottature tendono a cogliere più spesso impreparati. Proteggersi adeguatamente dai raggi del sole è fondamentale. E siccome qualsiasi crema solare prima o poi perde la propria efficacia, non c’è niente che protegga la pelle e gli occhi come stare all’ombra. A questo servono gli ombrelloni! La copertura, solitamente in tessuto, non ripara solo dal sole; alcuni modelli sono dotati anche di protezione UV, come ad esempio quelli del marchio svizzero Glatz, i cui tessuti offrono una protezione dai raggi UV che supera il 98%.

2. Che tipo di ombrellone mi serve? Forme e funzioni

Gli ombrelloni sono disponibili in varie dimensioni e con diverse funzioni. Le tipologie sono le seguenti: ombrelloni a palo centrale, ombrelloni a braccio libero e tende parasole. Oltre a queste citiamo anche le varianti decorative come gli ombrelloni con mantovana svolazzante.

I più comuni sono gli ombrelloni a palo centrale, caratterizzati appunto da un palo collocato in posizione centrale che rende l’ombrellone estremamente stabile. Se lo zoccolo ha il peso giusto, un po’ di vento non riuscirà a spostarlo. Molti ombrelloni a palo centrale sono dotati anche di una funzione di inclinazione che consente di ripararsi anche dai raggi solari più bassi. Alcuni ombrelloni sono inoltre regolabili in altezza.

Gli ombrelloni a braccio libero sono sempre più gettonati. In questo tipo di ombrellone, il palo che dà stabilità non si trova al centro, ma è spostato di lato: in questo modo, lo spazio sotto la copertura è maggiore. Questo consente agli ombrelloni a braccio libero di fare molta ombra e di essere molto pratici, soprattutto se lo spazio degli esterni è assai ridotto. La particolare costruzione degli ombrelloni a braccio libero richiede uno zoccolo più pesante per garantire la stabilità necessaria.

Il nostro consiglio: misurate accuratamente il luogo in cui intendete collocare l’ombrellone e considerate anche gli spostamenti del sole. È sufficiente un ombrellone fisso o è meglio ricorrere a un ombrellone regolabile in altezza e inclinabile? Anche le basi con le ruote rappresentano un’ottima soluzione per spostare l’ombrellone da giardino con il minimo sforzo. Da Pfister trovate:

3. Zoccolo dell’ombrellone: qual è il peso giusto?

Il peso dello zoccolo dipende dalle dimensioni della copertura che si deve sostenere. Avendo gli ombrelloni a braccio libero un altro baricentro rispetto a quelli a palo centrale, vi consigliamo assolutamente di richiedere la consulenza di un esperto. Per dare stabilità all’ombrellone a braccio libero si consigliano: piedistalli avvitabili, basi incassate o un supporto alla ringhiera.

Per gli ombrelloni a palo centrale valgono i seguenti valori di riferimento:

Dimensione della coperturaPeso minimo dello zoccolo
Ombrellone 200 cmda 30 kg
Ombrellone 250 cmda 40 kg
Ombrellone 300 cmda 50 kg

 A seconda della posizione e dell’intensità del vento è fortemente consigliato procurarsi uno zoccolo più pesante. Anche gli ombrelloni a braccio libero sono soggetti ad altre leggi della fisica. A questo proposito vi consigliamo di leggere attentamente il punto «Peso minimo dello zoccolo» nei dettagli del prodotto o di informarvi presso la vostra filiale.

4. Manutenzione e conservazione degli ombrelloni

Tutte le estati finiscono: ecco perché d’inverno anche il vostro ombrellone si merita una pausa. Nemmeno i modelli più resistenti alle intemperie dovrebbero essere lasciati all’aperto durante i mesi invernali: gli ombrelloni potrebbero ammuffire o danneggiarsi in altro modo. L’ideale sarebbe conservarli all’interno di una fodera protettiva e in un luogo asciutto. Prima però dovete asciugarlo! Svuotate l’acqua dai relativi zoccoli e conservate anche quelli in un luogo asciutto durante l’inverno. Tutte le altre basi per ombrellone resistono alle intemperie.

Torna in Alto